Cumulo e Casse Professionali

Questioni Aperte: Retributivo CIPAG

Il riconoscimento dell'anzianità
cumulata per il calcolo
retributivo delle pensioni CIPAG


Il riconoscimento dell'anzianità cumulata (Inps + Casse) ai fini del conteggio dei 18 anni ante 1996 per il metodo retributivo è un obiettivo che il Comitato si propone anche tramite procedimenti giudiziari.

La CIPAG (cassa professionale dei geometri) si è distinta in un clamoroso voltafaccia: da una posizione di tutela dei diritti dei propri iscritti è poi passata, seguendo l'esempio dell'INPS e dell'INARCASSA, a reintrodurre le discriminazioni per chi non può vantare una carriera continuativa.

Dapprima, come risulta dalla nota informativa della CIPAG, relativa all'incontro tenutosi il 17 luglio 2017 presso il Ministero del Lavoro con gli esponenti dell’Inps e pubblicata il 10 ottobre 2017 sul sito del Collegio Geometri di Grosseto, la CIPAG riconosceva che l'interpretazione dell'INPS (formalizzata nella circolare n.140) svuota quasi completamente di utilità l'istituto del cumulo: "Poiché i requisiti di accesso al trattamento in cumulo sono, a seconda dell’interpretazione della norma, o pressappoco i medesimi o addirittura peggiorativi rispetto alla totalizzazione, in assenza di un vantaggio dal punto di vista del calcolo dell’importo di pensione il cumulo sembrerebbe sostanzialmente inapplicabile".
E, sempre la CIPAG, riconosceva che l'interpretazione dell'INPS "potrebbe però essere in contrasto – oltre che con lo spirito della norma - anche con quanto previsto dal comma 245 della Legge 24 dicembre 2012, n. 228, che stabilisce che «Le gestioni interessate, ciascuna per la parte di propria competenza, determinano il trattamento pro quota in rapporto ai rispettivi periodi di iscrizione maturati, secondo le regole di calcolo previste da ciascun ordinamento e sulla base delle rispettive retribuzioni di riferimento».

Per scaricare il testo integrale dell'informativa CIPAG clicca qui

Poi però:
Nei giorni 22 e 23 novembre si è tenuta a Roma la seduta del comitato dei delegati della CIPAG, che ha deliberato di dare attuazione al cumulo gratuito con le seguenti modalità.
1) Per la pensione di vecchiaia in cumulo (fermi restando gli ordinari requisiti di accesso di cui all’articolo 2 del regolamento di previdenza), la quota di pensione a carico della CIPAG sarà calcolata con il sistema retributivo (ex art. 2, comma 2, reg. prev.) se l’interessato avrà maturato almeno 35 anni di regolare anzianità contributiva interamente nel regime previdenziale della CIPAG; nel caso invece dell’anzianità maturata presso la CIPAG inferiore alle 35 annualità, la quota sarà calcolata con il sistema contributivo (art. 33 reg. prev.).
2) Per la pensione anticipata la quota di pensione a carico della CIPAG sarà conteggiata interamente con il metodo contributivo (art. 33 reg. prev.).
fonte: Collegio dei Geometri di Taranto

Per scaricare il testo integrale della nota del Collegio dei Geometri di Taranto clicca qui

E' evidente che la modifica, effettuata dopo l'entrata in vigore della legge n.232/2016, ha lo scopo di vanificare il cumulo dei contributi dei professionisti (liberi professionisti o dipendenti), discriminando i geometri che hanno avuto carriere discontinue.

Per questo è importante raccogliere quante più adesioni possibili di contribuenti CIPAG defraudati dal nuovo regolamento per promuovere un procedimento giudiziario e sanare questa palese discriminazione.


Professionisti interessati :

VIGNOLI (EMILIA ROMAGNA)
CARUSO (FRIULI VENEZIA GIULIA)
GALUPPO (LAZIO)
LUZZI (LOMBARDIA)
GALLI (LOMBARDIA)
SCORDO (LOMBARDIA)
ROSO (MARCHE)
RAUSA (PUGLIA)
MELIA (SICILIA)
AMATO (SICILIA)
MATASSONI (TOSCANA)
THIEBAT (VALLE D AOSTA)
GAZZOLA (VENETO)

Per aderire anche tu clicca qui